Bill Gates, uno degli uomini più ricchi al mondo, ha segnato decisamente un’epoca. Odiato da molti per la sua estrema competizione e per il suo modo di operare considerato sleale, ha saputo conquistare un mercato alquanto competitivo , e solo grazie al suo genio che abbiamo la possibilità di usare tutti un computer al giorno d’oggi. Bill Gates, verrà considerato per sempre l’uomo che rivoluzionò il mondo dei computer e noi, non potremmo che essere d’accordo con questa affermazione.


Era il 1996 quando mio zio mi regalò per il mio compleanno questa strana macchina composta da una torre con dei componenti e un monitor, con all’interno un foglio che elencava tutte le funzioni di accensione/spegnimento e il funzionamento generale.

Io e mio padre, entusiasti del regalo accendemmo il computer e comparve un logo di caricamento con scritto ” Microsoft Windows 95″. Subito dopo il caricamento, una schermata che mostrava uno sfondo, delle semplici icone e dei giochi installati. All’epoca ero molto piccolo, avevo solo 6 anni e non potevo conoscere la sua reale funzione. Ricordo che ne rimasi affascinato e stupito e mi bastarono poche settimane per capirne il corretto funzionamento. Sapevo a cosa servivano le icone, a cosa serviva il tasto “start” e l’utilizzo diventò estremamente semplice per me.

Quell’esatto giorno in cui mio zio mi regalò quel computer, cambiò la mia vita in modo inconsapevole, così come quella di molti altri bambini o ragazzi che lo ricevettero. Ma non fu solo mio zio a cambiarla, gran merito fu anche di chi seppe inventare quel software in grado di rendere una cosa complessa, semplice. Da quel giorno le mie competenze aumentarono sempre di più, fino a farmi lavorare con i computer. Gran merito di tutto questo però fu anche di Bill Gates, l’inventore di Windows.


L’infanzia di Bill Gates

Bill Gates, nasce nel 1955 a Seattle, da una famiglia ricca ( i nonni erano banchieri,una famiglia molto rispettata a Seattle), suo padre era uno degli avvocati più importanti della città.
Fin dall’inizio la madre di Bill, ebbe un rapporto molto stretto con lui, lo portava praticamente ovunque con se. Era un bambino molto sveglio e precoce, iniziò a leggere molto presto ed era anche estremamente competitivo, in qualsiasi competizione organizzata voleva esserne il vincitore

Nel 1962 si tenne a Seattle la fiera mondiale sulla tecnologia e la famiglia Gates ci andò per ammirare l’esposizione, fra le scoperte tecnologiche c’era anche il computer, nel quale Bill ne rimase affascinato, fin da quel momento, era già chiaro il suo interesse ed il suo futuro.

La sua adolescenza

L’adolescenza di Bill Gates non fu per niente semplice, era diventato molto introverso, passava intere giornate chiuso nella sua camera. Intorno ai 12 anni cominciò a diventare molto dipendente, era un bambino determinato, voleva decidere cosa fare o non fare, andando in contrasto con la sua famiglia, sopratutto con la madre, Mary.
I genitori decisero di cambiarli scuola e lo iscrissero al miglior istituto privato di Seattle, la Lakesaide. Bill si mostrava molo bravo in quasi tutte le materie, sopratutto nella matematica.

Durante gli inizi della scuola superiore (sempre nello stesso istituto) la Lakesaide mise a disposizione un computer ( all’epoca erano molto costosi) per tutti gli studenti. Bill rimase affascinato dalle funzioni di questa macchina, tanto da passarci intere giornaurante il suo tempo libero.

Qui conobbe un ragazzo di nome Paul Allen che condivideva la sua stessa passione, fu un incontro del tutto casuale, ma che cambiò la vita di entrambi.
Fondarono una piccola società e crearono il loro primo software in grado di monitorare il traffico nell’area di Seattle, guadagnandone 20.000$.
Nel 1973 dopo aver preso il diploma, Bill fu ammesso all’università di Harward per studiare legge, ma non ci dedicava molto tempo, perché non riteneva interessanti quelle materie.

L’aiuto di Paul Allen

Bill era un ragazzo molto attivo, intelligente e metteva tutto se stesso solo nelle cose che realmente gli interessavano, non ebbe però un periodo semplice. Il suo carattere introverso non lo aiutava, passava molto del suo tempo a giocare a poker o ai videogiochi e non riusciva a socializzare con nessuno.
Fu Paul Allen a scuotere e cambiare definitivamente la sua vita, si era trasferito a Boston per lavoro e nel 1974 quando li capitò sotto mano una rivista di elettronica che raffigurava il primo computer: “‘Altair 8800 computer”. Paul si precipitò subito da Bill.

bill gates e paul allen

Caso volle che l’azienda dell’Altair cercava proprio qualcuno che creasse software per il suo computer.

Gates e Paul convinsero il direttore dell’ Altair per sviluppare il nuovo software, ci lavorarono giorno e notte per finire il lavoro in tempo. Il software “Basic 1.0”, fu un vero e proprio successo e da questo momento la vita di entrambi cambiò drasticamente.

La fondazione della Microsoft

Visto l’enorme successo, decisero quindi di fondare un’azienda di software la “Microsoft”, il lavoro diventò così intenso che Bill fu costretto ad abbandonare gli studi all’università.
La Microsoft cominciò a realizzare altri programmi e vendere i loro software a molte aziende, gli affari dei due neo imprenditori procedeva alla grande.
Decisero di spostare la loro sede a Seattle, città natale di Gates, per essere più vicini alla famiglia. La madre di Bill giocò un ruolo chiave negli affari dei due, perché proprio grazie a lei che riuscirono a entrare in contratto con l’amministratore delegato dell’IBM, all’epoca una delle più grandi aziende di computer.

Curiosità: Sapevi che al primo incontro, l’amministratore delegato dell’IBM scambiò Bill Gates per un cameriere, chiedendogli di portarli un caffè? Bill non vestiva mai elegante e aveva l’aspetto di un ragazzino, non sembrava avere l’aspetto di un importante imprenditore.

La svolta della Microsoft

Nel 1980 l’IBM diede fiducia alla start up Microsoft e incaricò l’azienda di creare un nuovo sistema operativo. Bill ne comprò uno già esistente per 50.000$, lo adattò per l’IBM, chiamandolo “MS-DOS” e lo rivendette per la stessa somma, tenendosi una percentuale su tutte le copie delle licenze installate sui computer venduti dal colosso americano. Questa mossa di mercato, fece la fortuna di Bill e Paul perché l’IBM non aveva l’esclusiva sul prodotto e la Microsoft quindi, poté vendere lo stesso software anche alla forte concorrenza che stava nascendo in quegli anni.

Gli anni 80: un decennio d’oro per Bill Gates

Nel 1983 la Microsoft passò a un fatturato annuo da 16 milioni di dollari, ed il 30% dei programmi installati nei computer di tutto il mondo erano creati dall’azienda di Seattle, ma il periodo d’oro non finì di certo qui.
In quegli anni, tra le tante aziende che producevano computer, c’era anche la Apple di Steve Jobs che chiese a Bill, di creare dei software per il suo Macintosh, considerato il miglior personal computer sul mercato.

bill gates microsoft

Purtroppo, proprio quando le vendite andavano a gonfie vele per la Microsoft, a Paul Allen fu diagnosticato il linfoma di Hodgkin (un tumore maligno). La malattia regredì l’anno dopo, ma Paul si vide costretto a lasciare la Microsoft per prendersi cura della sua salute. Bill rimase l’unica figura importante nell’azienda, questo lo rese ancora più esigente con i propri dipendenti, aveva la mania di ottenere sempre il massimo, mettendo in discussione sempre tutto

Questo atteggiamento diede ragione a Gates, nel 1985 la Microsoft incassò oltre 140 milioni di dollari.

La presentazione di Microsoft Windows

Nel 1986 Bill Gates presentò per la prima volta “Microsoft Windows“, un sistema operativo estremamente semplice. Era stato progettato in modo tale che tutte le persone fossero in grado di utilizzare il computer, anche da chi non aveva dimestichezza con il codice di programmazione. Una semplice schermata composta da mouse e icone.
La critica però notò fin da subito un’estrema somiglianza al Macintosh di Steve Jobs, accusandolo di aver copiato la sua idea.

La Apple decise così di far causa alla Microsoft, ma Bill ebbe la meglio in tribunale, dimostrando che Windows, sebbene qualche somiglianza,avesse funzioni completamente diverse.

Nel 1987 Bill Gates diventò il più giovane miliardario della storia, questo preoccupò molti concorrenti tra cui l’IBM, che decise di ritirare dai loro personal computer tutti i software della Microsoft e di crearne un sistema operativo proprio, chiamato OS-2. Gates credeva molto nel suo ultimo progetto e decise così di lanciare un nuovo sistema operativo “Windows 3.0”, perdendo così il cliente principale della Microsoft.
Il nuovo sistema operativo di Bill fu un gran successo, mentre quello della IBM un vero e proprio fallimento, lasciando in questo modo alla Microsoft il monopolio dei sistemi operativi.

Gli anni più difficili per Bill Gates

Gli anni 90 furono i più difficili per Bill Gates, venne accusato di concorrenza sleale da parte dell’antitrust, accusandolo di abbassare i prezzi per eliminare del tutto la concorrenza.La Apple lo denunciò per violazione di copyright e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti diede il via a una serie di indagini sulle pratiche commerciali della Microsoft, accusandola di farsi pagare sul numero di computer venduti anche di produttori hardware che non utilizzavano il loro software. Gran parte delle cause furono vinte da Bill Gates, ma avevano provocato una grave caduta delle azioni della Microsoft.

Nel 1993 Bill si prese un momento di pausa, organizzando dei giochi olimpici per i propri dipendenti ( Micro-Games), fu proprio qui che conobbe Melinda, una ragazza che lavorava come dirigente alla Microsoft. Dopo varie uscite, Bill fu sempre più colpito dall’intelligenza e dal fascino della ragazza, tanto da sposarla 1 anno dopo la loro conoscenza.

Sfortuna volle, che pochi mesi dal loro matrimonio, morì la madre di Gates.

Curiosità: Bill Gates aveva un ottimo rapporto con la madre e quando seppe della sua morte, salì in macchina e corse per raggiungerla a gran velocità. Venne fermato da un poliziotto che riconobbe Bill, con il viso pieno di lacrime.Quando il poliziotto gli chiese del perché stesse andando così veloce, Bill rispose: “Mia madre è morta”. Il poliziotto capì la situazione e lo lasciò andare, chiedendogli solo di andare più piano, se possibile.

Windows 95 e Internet Explorer

Dopo il periodo buio della Microsoft, dovuta alla caduta delle azioni, Bill decise di lanciare sul mercato una nuova versione di sistema operativo, e nel 1995 presentò “Windows 95”. Cambiò drasticamente l’interfaccia grafica, rendendo il sistema ancora più semplice da utilizzare, fu una vera e propria rivoluzione.
Nel 1997, Bill si accorse di essere rimasto indietro nel mercato emergente di internet. Una società di nome “Netscape” dominava le vendite di browser, software necessari per il collegamento ai siti internet.

Gates decise di lanciare una sua versione “Internet Explorer” e di inserirla in ogni sua copia di Windows.
Questa, fu considerata una mossa sleale e venne accusato di detenere una posizione illegale di monopolio.
Il Dipartimento di Giustizia degli stati uniti intentò una causa legale contro la Microsoft. Nel 2000 un giudice federale stabilì che la società si doveva dividere in 2.

Tutte queste cause legali fecero crollare le azioni della Microsoft e diedero a Bill anche un brutto danno d’immagine. Le persone lo etichettavano in tutti i modi: manipolatore, ostruzionista, approfittatore. Era davvero un periodo molto difficile per il miliardario di Seattle, un vero pugno nello stomaco.

L’addio alla Mircosoft

Nel 2002 Bill Gates si dimise da direttore generale, nominandosi presidente e capo architetto del software Microsoft. Al suo posto venne nominato un suo vecchio amico di Harward, facente già parte dell’azienda.

Nel 2008 dà ufficialmente le dimissioni da amministratore delegato della Microsoft, per dedicarsi alla fondazione Bill &; Melinda Gates, insieme a sua moglie, lasciando il suo posto a Bill Ballmer.
Pochi mesi fa ( Marzo 2020), lascia ufficialmente la Microsoft.

Microsoft sarà sempre una parte importante del lavoro della mia vita e continuerò a impegnarmi con Satya e la leadership tecnica per contribuire a modellare la visione e raggiungere gli ambiziosi obiettivi dell’azienda.

Bill Gates

Tempo alla filantropia

Nell’ultimo decennio, Bill Gates si è predisposto un obiettivo: condividere la sua ricchezza per aiutare il mondo.
Ogni anno spende milioni di dollari per fornire assistenza medica e dare istruzione a chi ne ha bisogno.

La sua lotta per aiutare l’Africa è continua: il suo obiettivo è migliorare la vita delle persone nei paesi ancora in via di sviluppo, cercando una soluzione alla mancanza di acqua e per riduzione delle malattie,migliorando i servizi igienici del paese.


Dalle fogne…ad acqua potabile

Ricavare acqua potabile dai rifiuti organici umani, ma non solo. Sembra che la macchina ideata da Bill Gates sia in grado di auto alimentarsi e produrre elettricità nel giro di pochi minuti. L’idea è stata progettata per aiutare tutti i paesi in carenza di acqua potabile.

Water del futuro

Vi immaginate dei water senza dove usare l’acqua per mandare giù tutti i rifiuti organici? Ebbene si, l’ultima rivoluzionante idea di Bill Gates è proprio questa: creare dei water senza fognatura, in grado di separare i liquidi dai solidi svolgendo un’azione chimica che comprende la combustione nella maggior parte dei casi.

“Devo ammetterlo, dieci anni fa non avrei mai immaginato di diventare così esperto di feci. E di sicuro non avrei mai pensato che Melinda mi avesse detto di smetterla di parlare a tavola di bagni e fanghi fecali: ha detto ironico Gates, aggiungendo che il progetto “riguarda malattie, la morte e la malnutrizione“.

Vaccino contro la poliomielite

Il suo obiettivo principale è debellare la poliomielite in Africa, che causa migliaia di morti ogni anno. Una malattia molto grave che provoca la paralisi completa delle gambe. Bill ha finanziato milioni di dollari per creare un vaccino ma sembra che, almeno per il momento, la strada per debellare del tutto questa malattia sia ancora lunga. Sembra che nell’ultimo anno le morti siano addirittura aumentate rispetto a prima.

Il nucleare per fornire energia illimitata

L’idea sarebbe quella di costruire una centrale nucleare completamente sicura. Bill afferma che la ricerca e lo sviluppo per il nucleare sia ferma dagli anni 70′, e non sia mai stata sviluppata ulteriormente questa tecnologia per paura di un disastro simile a Černobyl’. Gates è convinto che sia possibile costruirne una molto più sicura che, in caso di terremoti o altri disastri ambientali, la centrale si spenga completamente, non facendo fuoriuscire alcune sostanze nucleari. Ha recentemente esposto il suo progetto e al momento, solo la Cina ha mostrato un reale interesse. Le persone sono piuttosto contrarie, ma Bill è convinto che la sua idea possa rivoluzionare il mondo, riducendo drasticamente l’inquinamento.

bill gates oggi

Conclusioni

Bill Gates è diventato miliardario per la sua perseveranza, la capacità di vedere un’opportunità prima degli altri, ma sopratutto per la sua mente geniale. È un personaggio che può non piacere, per la sua arroganza contro la concorrenza e il suo essere estremamente competitivo. Ma gli va dato atto che è stato l’uomo che ha cambiato il nostro modo di vivere ed è stato il miglior imprenditore e filantropo del XX secolo. Va dato un grande merito anche a Paul Allen che ha saputo costruire insieme a Bill un impero. Ed è anche merito suo se la Microsoft è l’importante azienda che è oggi.

E voi, cosa ne pensate?


Leggi anche: Il personaggio di: Elon Musk, genio e visionario


Seguici anche su Facebook e Instagram e aiutaci a far crescere la community!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *